#animodacasa

  • Comunicato stampa ASIFA

Comunicato Stampa ASIFA

ASIFA Italia, l’associazione che riunisce gli artisti e i professionisti italiani dell’animazione, promuove l’hashtag #animodacasa, campagna di sensibilizzazione per aiutarci ad affrontare l’attuale emergenza sanitaria.

La necessità di non trasmettere l’infezione da Coronavirus costringe tutti a restare in casa. Il protrarsi dell’isolamento e, soprattutto, il fatto di non sapere quanto durerà, pesa in modo significativo sul nostro stato d’animo. In questi momenti è importante adoperarsi per tenere alto il morale, cercando di trovare delle occasioni per trasformare il disagio in progetti creativi.

Marino Guarnieri, regista di “Gatta Cenerentola” e presidente di ASIFA Italia, dichiara sulle pagine social dell’associazione: “Abbiamo chiesto a molti amici dell’Associazione di inviarci messaggi a supporto di tutti quelli che continuano a fare il proprio lavoro dalle loro case, quindi virtualmente ci inviteranno nei loro studi e ci faranno visitare i posti nei quali vengono create le loro opere.”

I primi a rispondere alla chiamata sono stati Michele Bernardi, Mario Addis, Beatrice Pucci, Donato Sansone, Andrea Mannino di cui saranno pubblicati i video nei prossimi giorni e molti altri animatori stanno già inviando testimonianze e saluti animati.

ASIFA Italia invita animatori, sceneggiatori, musicisti, doppiatori, broadcaster, giornalisti specializzati, produttori, addetti ai lavori e tutti i professionisti dell’arte e dell’industria dell’animazione ad aderire all’iniziativa pubblicando un video di un minuto che descriva il proprio spazio creativo, tavolo di lavoro, progetto in corso inserendo l’hashtag #animodacasa.

In attesa che l’emergenza rientri e si possa tornare ad animare il mondo!

ASIFA Italia è un’associazione che si ispira alle finalità dell’Association Internationale du Film d’Animation fondata nel 1960 sotto l’egida di UNESCO, nello spirito di un vasto movimento mondiale per il progresso dell’arte dell’animazione come strumento di pace e dialogo tra i popoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *